Karma

Questa sono io in meditazione pre-weekend.  Volete provare?  😀 😀 😀 

Carmen, la cantantessa che ammalia

Si conclude questa sera nella splendida cornice dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, il trittico di serate romane di Eco di sirene, il nuovo progetto acustico di Carmen Consoli. Sul palco tre “fimmine”, come ama dire lei: la Consoli, Emilia Belfiore e Claudia della Gatta, rispettivamente chitarra, violino e violoncello. Eco di sirene ha un doppio significato, spiega…

Domenica è sempre domenica

“È domenica pei poveri e i signori, ognuno può dormir tranquillamente. Nè clacson, né sirene, nè motori, si sveglia la città più dolcemente. Persino il gallo, molto premuroso, non fa “Chicchirichi”. Ha scritto sul pollaio: “Buon riposo, ritorno lunedì!” Domenica è sempre domenica e ognuno appena si risveglierà felice sarà e spenderà sti quattro soldi…

Lettera a mia madre

E’ un anno ormai che sei partita. Mi manchi mamma. E non oggi soltanto. Mi manchi ogni giorno. Mi mancherai per sempre. Sappi che non c’è notte che non ti dia la buonanotte e non c’è mattino che al risveglio non ti dedichi il mio pensiero. Quando mi chiedo dove tu sia, mi rispondo che…

I ragazzi che si amano

Les enfants qui s’aiment s’embrassent debout Contre les portes de la nuit Et les passants qui passent les désignent du doigt Mais les enfants qui s’aiment Ne sont là pour personne Et c’est seulement leur ombre Qui tremble dans la nuit Excitant la rage des passants Leur rage leur mépris leurs rires et leur envie…

I muri dell’amore_odio

Le scritte sui muri raccontano storie, diverse tra loro ma con un denominatore comune: l’amore, quello ancora acerbo, quello mai nato, quello che finisce e si maschera di rancore, talvolta d’odio. Mi colpiscono, queste scritte, così mi lascio assorbire dall’immaginazione di volti, umori, reazioni che finiscono per trovare sfogo e compensazione su di un muro o…

Notre Dame de Paris

Notre Dame de Paris, di Victor Hugo, è un romanzo storico ambientato nel 1482. L’arcidiacono di Notre-Dame, Claude Frollo, si innamora di Esmeralda, famosa danzatrice zingara. Incarica perciò il goffo campanaro della cattedrale, il gobbo Quasimodo, di rapirla. Ma il capitano Phoebus de Chateaupers la salva, facendola innamorare di lui. Frollo uccide Phoebus facendo ricadere…

Il più grande dopo il BIG BANG

E  non hai visto ancora niente Conosco Jovanotti dai tempi di Ragamuffin. Era il 1988, avevo quattor…. ehmmm… ero una pischella [badate bene di pronunciare “pischella” proprio come lo farebbe lui] e avevo comprato la cassetta di Jovanotti for president. Ricordo che, in spiaggia, dal mio walk-man, ascoltavo in loop Gimme five. Tanta acqua sotto…

Mi chiamo Mare

Qui nell’isola il mare e quanto mare esce da sé stesso in ogni momento, dice di sì, di no, di no, di no, di no, dice di sì nell’azzurro, nella spuma, nel galoppo, dice di no, di no. Non può stare tranquillo, mi chiamo mare, ripete battendo su una pietra senza ottenere di convincerla, allora…

Un po’ di freddo e molta infanzia

Non esiste un solo fiocco di neve uguale all’altro. È quello che affermava il fotografo Wilson Bentley. Grande appassionato della neve, scattò più di 5000 fotografie di cristalli di neve che raccolse nel suo libro. Li definiva “snow blossoms” (fiori di neve) o  “miracles of little beauty” (miracoli di piccola bellezza). Un po’ di freddo e molta…

La Cantantessa con l’abitudine di tornare

«Ho passato una vita a desiderare di partire e andarmene ma sono sempre tornata». L’ultima fuga è stata quella più lunga, sei anni in cui «Carmen Carla» si è riappropriata di una vita «straordinariamente normale». Non smette di stupire la Cantantessa Per niente stanca, che ha L’abitudine di tornare e lo fa alla grande, con…